Feb 042014
 

 

Gli unici ad aver attaccato le istituzioni sono i parlamentari del movimento 5 stelle. Questo è il dato di fatto.

Ora dal suo blog Beppe Grillo denuncia un colpo di stato. Comprendo la sua strategia comunicativa: basta urlare in rete per essere protagonista del dibattito politico.

Ma tutto questo non può coprire il vuoto di proposta politica del suo movimento, proprio mentre il Parlamento si appresta a discutere e a votare importanti riforme.

Io credo, e bene ha fatto la Presidente della Camera Boldrini ad affermare che il discorso è chiuso, che tutti faremmo meglio a smettere di correre dietro alle sparate e alle dichiarazioni del comico genovese e dei suoi parlamentari.

Il paese ha bisogno di altro. (FOTO ANSA)

Stefano Lepri

  One Response to “COLPO DI STATO? BASTA CORRERE DIETRO ALLE SPARATE DI GRILLO”

  1. Già, molto meglio stare dietro alle balle di Letta, Boldrini e Renzi e non solo loro.
    Fra l’altro dichiarate in buona parte in diretta televisiva su un canale nazionale.

    Le balle sono il modo di fare politica che ha funzionato per il trentennio Craxiano e perfezionato dal delfino di Craxi, il Berlusca.

    Decreti senza copertura finanziaria, Decreti omnibus, solo leggi di origine governativa approvati a colpi di fiducia… parlamentari che votano supinamente senza approfondire o collusi con l’esecutivo. sono esempi di balle raccontate e votate, del tutto simili al voto in aula sullo zio di Ruby.

    L’etica politica è sotto zero, Grillo spara boiate esagerate, ma la gestione del potere esecutivo e del potere legislativo è di fatto concentrato in una cosca democristiana a sevizio dei poteri forti e di interessi personali (gli amici degli amici).

    Si può chiamare questo sistema un colpo di stato che toglie potere al parlamento? Io credo di sì

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)