Set 202012
 

 

Dallʼinizio del 2011 al giugno di questʼanno il numero di anziani ricoverati in casa di riposo in Piemonte è diminuito di 434, mentre è aumentato di 1557  il numero di quelli in lista di attesa. Sono questi i dati distribuiti oggi in quarta Commissione consiliare dallʼassessore Monferino, che si è comprensibilmente difeso confermando che è sua intenzione potenziare i servizi territoriali, tra cui le residenze per anziani, recuperando risorse dalla razionalizzazione della rete ospedaliera.

Peccato che le scelte su dove realizzare risparmi stiano andando in direzione opposta, infatti la delibera numero 2 del 6 agosto scorso, che definisce gli obiettivi economico-finanziari delle Asl, mentre conferma la spesa storica ospedaliera del 2011 anche per questo anno, prevede che parte dei risparmi possano essere ottenuti da un taglio del 3% dei pagamenti a chi gestisce le case di riposo e, più in generale, da un contenimento delle spese nella cosiddetta ʻaltra assistenzaʼ, cioè anche nelle strutture per anziani. Una decisione, questa, in contrasto con le indicazioni ministeriali.

Ho anche rappresentato il mio sconcerto sulla delibera 45 del 30 luglio scorso, dove si prevede che gli interventi post ospedalieri per le persone anziane non autosufficienti siano possibili solo per un tempo più breve e, dopo 30 giorni, con una compartecipazione alle spese da parte dellʼutente. In questo modo gli anziani non chiederanno di andare in RSA, bensì in casa di cura, dove si può rimanere per tutto il decorso di postacuzie, cioè fino a 120 giorni, senza dover pagare nulla. Un altro paradosso, questo, che cozza con la volontà di risparmiare e rendere più appropriati i percorsi di cura.

Stefano Lepri

 

Leggi anche:

Case di riposo: mancano 434 posti letto le liste d’attesa sono sempre più lunghe (La Stampa 21 settembre 2012)

Case di riposo, la lista d’attesa scoppia  (la Repubblica  21 settembre 2012)

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)