Ott 122011
 

L’avvio del progetto di asilo nido Ulaop, finanziato dalla Fondazione CRT, segna la volontà di introdurre anche nel sistema educativo di Torino e del Piemonte elementi di novità e di partecipazione.  Mentre in altri comparti ci si è largamente aperti all’iniziativa dell’imprenditorialità sociale, anche attraverso forme diffuse di concessione e accreditamento, nel sistema educativo siamo di fronte ad un modello di gestione ancora largamente in capo all’Amministrazione pubblica (comunale o statale), che esercita ovviamente anche le funzioni di programmazione e controllo. E’ una buona notizia sapere che le fondazioni bancarie, invece di dare contributi a pioggia, intendano soprattutto finanziare l’avvio di progetti d’imprenditoria sociale, capaci anche di coinvolgere il volontariato e di raccogliere donazioni private. E’ tempo che anche in Regione e a Torino si apra una discussione vera sul modo attraverso cui saremo in grado di assicurare i servizi educativi ai cittadini. Stefano Lepri.

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)